Consigli per la stampa

Preparare i file per la stampa digitale è una cosa molto semplice. Con il formato PDF è facile e sicuro. Il formato PDF consente di ridurre al minimo le sorprese in fase di stampa. Il lavoro consegnato sarà esattamente come quello visto sul vostro monitor.
Anche altri formati possono comunque essere stampati con un buona garanzia di sicurezza: JPEG e TIFF.

In alternativa si possono stampare anche i file in altri formati proprietari come PSD, AI, CDR ed EPS, ma non possiamo garantire la linearità del lavoro e potrebbero essere applicate delle tariffe aggiuntive per la sistemazione dei file (non preoccuparti del sovrapprezzo: in questo caso sarai avvertito prima di operare).
A secondo del tipo di stampa (piccolo formato o grande formato) i file devono essere preparati con diverse metodologie: vediamo quali

Piccolo Formato


Stampa digitale piccolo formatoCon la stampa in piccolo formato si creano solitamente prodotti che devono essere osservati da vicino. È quindi importante che la risoluzione delle immagini, contenute nei file di stampa, sia elevata per non far vedere effetti di scalettatura o di pixel. La risoluzione consigliata per la stampa di immagini è tra i 250 ed i  300 dpi.
È inutile fornire risoluzioni più elevate in quanto servirebbero solamente ad allungare i tempi di stampa ed ad abbassare la qualità.
Per quanto concerne il colore è importante che le immagini vengano fornite nello spazio colore CMYK (ciano, magenta, giallo, nero). Le immagini in RGB saranno convertite con un profilo di separazione standard.

I formati standard accettati sono:

  • Per le immagini JPEG (con bassa compressione e qualità massima) e TIFF (sconsigliato per le grandi dimensioni del file).
  • Per gli impaginati PDF (elementi vettoriali, caratteri e immagini), avendo cura di rasterizzare le trasparenze e di non proteggere il documento con password.

Il documento dovrà essere fornito di abbondanza di 3 mm su tutti i lati e con gli indicatori di taglio e piega dove necessario; in assenza di questi, i file saranno comunque stampati e rifilati in formato leggermente inferiore usando parte del documento come abbondanza per il rifilo.

Grande Formato


Plotter 9700 pro
La stampa a grande formato viene utilizzata per la produzione di manifesti o di altro materiale di grandi o grandissime dimensioni e che quindi va vista sempre da una certa distanza.
Per questa ragione quando si devono stampare manifesti è inutile mantere le risoluzioni troppo elevate. per una buona qualitò di stampa la risoluzione di stampa è tra i 100 ed i 150 dpi e, come illlustrato sopra nel piccolo formato, nello spazio colore CMYK (ciano, magenta, giallo, nero). Le immagini in RGB saranno convertite con un profilo di separazione standard.

>I formati standard accettati sono:

  • Per le immagini JPEG (con bassa compressione e qualità massima) e TIFF (sconsigliato per le grandi dimensioni del file).
  • Per gli impaginati PDF (elementi vettoriali, caratteri e immagini), avendo cura di rasterizzare le trasparenze e di non proteggere il documento con password.

Per i manifesti non è necessario nè abbondanza nè crocini di taglio. Inoltre in caso di manifesti di grandi dimensioni (tipo 6x3mt.) penseremo direttamente noi alla pannellizzazione.
I file per il grande formato possono essere realizzati ridotti in scala, ma in questo caso la risoluzione va aumentata in maniera inversamente proporzionale al fattore di riduzione
Es: se per stampare un manifesto 70×100 ho bisogno di una risoluzione di 100 dpi, realizzando il progetto 17,5×25 cm. devo utilizzare delle immagini a 400dpi (infatti 17,5 cm è un quarto di 70 cm quindi i 100 dpi vanno moltiplicati per 4

70:17.5=4 , 4x100dpi= 400dpi)

Share Button